Asiatica Film Mediale

Autosufficienza: il debutto alla regia di Jake Johnson è estremamente divertente [SXSW]

Autosufficienza: il debutto alla regia di Jake Johnson è estremamente divertente [SXSW]
Marco

Di Marco

23 Marzo 2023, 19:09


Self Reliance, il debutto alla regia di Jake Johnson, è tutto ciò che ci si potrebbe aspettare dall’attore comico. Il film è davvero divertente, a volte strano (nel migliore dei modi) e solo un po’ inquietante. Johnson, che ha anche scritto e recitato nel film, estrae la commedia da un miglio al minuto per tutto ciò che vale. Non c’è quasi mai un momento di noia. E mentre Self Reliance non riesce a fornire pienamente nel suo atto finale, in gran parte a causa di un cambiamento di tono e di un focus sull’azione, è all’altezza di ogni aspettativa come produzione di Johnson, che è elevata da un eccellente cast di supporto che è felice di andare. con il flusso.

Tommy (Johnson, meglio conosciuto per il suo ruolo in New Girl) si sente giù e senza direzione da quando la sua fidanzata (Natalie Morales) lo ha lasciato due anni fa. Ora che vive con sua madre e è senza lavoro, Tommy si rifiuta di andare avanti con la sua vita, bloccato nella stessa routine quotidiana. Quando viene avvicinato da Andy Samberg in una limousine, Tommy decide di correre un rischio e va con lui in una località remota. Samberg lo lascia in un magazzino e se ne va. All’ingresso, a Tommy viene offerto di prendere parte a un reality show sul dark web in cui sarà braccato per 30 giorni da assassini di tutto il mondo. L’unico modo per sopravvivere è mantenere una stretta vicinanza a qualcun altro o rischiare di essere assassinato. Tommy decide di non avere nulla da perdere e accetta di farlo, assumendo alla fine James (Biff Wiff), un senzatetto per seguirlo, e unendosi a Maddy (Anna Kendrick), che afferma di far parte dello stesso spettacolo.

L’autosufficienza non ha paura di essere sciocca e completamente ridicola. Il fatto che Tommy sia diventato così dipendente dagli altri nella sua vita personale e si rifiuti di andare avanti consente al pubblico, come alla sua famiglia, di dubitare che sia effettivamente seguito da assassini. La premessa del film è così fuori dal campo che è facile andare avanti per il viaggio, non importa dove questo porti. E che corsa è! Tommy si fa strada a tentoni sopravvivendo al reality show del dark web, e la propensione di Johnson per i balbettii comici si inserisce perfettamente nello scenario del suo personaggio.

Il film suggerisce che un campanello d’allarme è esattamente ciò di cui Tommy ha bisogno per andare avanti e uscire dalla sua zona di comfort. Quando Self Reliance usa il gioco pericoloso per sviluppare Tommy e portarlo ad alcune importanti realizzazioni, sale alle stelle. La sua commedia, spesso casuale e spiritosa, è anche uno degli aspetti più forti del film. Johnson, insieme al resto del cast, è esilarante. L’attore diventato regista ha un certo tipo di umorismo – secco, aspro, goffo – che funziona a tutti i livelli, e Johnson lo utilizza bene nel film, portando il pubblico in un bizzarro viaggio comico che non dimenticheranno presto.

È quando Self Reliance si appoggia alla parte del thriller d’azione nel suo terzo atto che il film perde gran parte del suo vapore. A dire il vero, il setup alla fine porta lì, ma non è così elettrizzante come dovrebbe essere, e il suo cambiamento tonale non aiuta molto le cose. Lascia il pubblico a chiedersi dove sia andata la commedia mentre si dirige verso un finale che mira a concludere le cose con un bel inchino, ma non ha abbastanza forza per farlo. A tal fine, Johnson assume troppo alla fine del film, perdendo una grossa fetta di ciò che rende il film così guardabile all’inizio.

Detto questo, Self Reliance è un solido debutto dell’attore. Mette insieme un cast fantastico per interpretare la storia, e Johnson e Anna Kendrick sono fantastici insieme. Il personaggio di Kendrick è un po’ meno pazzo di quello di Johnson, ma l’attrice si appoggia all’assurdità della premessa, e aiuta il fatto che lei e Johnson abbiano un’ottima chimica. Anche il cast di supporto, le cui reazioni a Tommy sono sempre esilaranti, è eccezionale. Il rapporto di Johnson con — è un punto culminante, edificante e divertente allo stesso tempo. Self Reliance non si prende troppo sul serio, ed è esattamente il tipo di debutto alla regia che ci si aspetterebbe da Johnson – e certamente offre una storia selvaggia, energica e divertente che funziona ancora nonostante un finale tiepido.

Self Reliance è stato presentato in anteprima al SXSW Film Festival del 2023 l’11 marzo. Il film dura 85 minuti e non è ancora stato valutato.


Potrebbe interessarti

Moustache Review: l’identità è al centro dell’affascinante e commovente raggiungimento della maggiore età [SXSW]
Moustache Review: l’identità è al centro dell’affascinante e commovente raggiungimento della maggiore età [SXSW]

Crescere è difficile. Crescere con i baffi che hanno iniziato a crescere prima di raggiungere la pubertà è ancora più difficile. Aggiungete al fatto che Ilyas è un’adolescente americana pakistana che va alla scuola pubblica per la prima volta, e ci si può aspettare che si faccia qualche imbroglio. Scritto e diretto da Imran J. […]

Recensione di Talk To Me: il film dell’orrore offre paure agghiaccianti e snervanti [SXSW]
Recensione di Talk To Me: il film dell’orrore offre paure agghiaccianti e snervanti [SXSW]

Talk to Me prende il rapporto dei vivi con i morti e lo porta a 100. Diretto da Michael Philippou e Danny Philippou, che hanno co-scritto la sceneggiatura con Bill Hinzman da un concept di Daley Pearson, il film horror è pieno di intense paure e una sensazione inquietante che permane anche dopo la conclusione […]