RecensioniArgentina, 1985 Recensione: avvincente dramma legale ha successo su...

Argentina, 1985 Recensione: avvincente dramma legale ha successo su tutti i fronti

-


Argentina, 1985 è un film ingannevolmente intelligente che, fintanto che le persone sono disposte ad attraversare quella barriera di un pollice di sottotitoli, dovrebbe essere accolto da spettatori occasionali come cinefili esperti. È un dramma legale basato su una storia vera che segue in gran parte i ritmi narrativi di quel genere, a lungo uno dei più commoventi di Hollywood. È una versione particolarmente ben eseguita di quella formula, che guadagna i suoi momenti di crescente emozione, ma la mano guida di quella formula può comunque essere sentita. Tuttavia, porta anche tracce di satira politica – la varietà pungente e cinica, à la Z del 1969, in cui sembra sempre che la bontà e la competenza siano destinate a essere soffocate dalla corruzione e dall’inettitudine. In uno, la giustizia è venerata e virtualmente assicurata, incastonata nella narrazione come lo è una vittoria perdente nel film sportivo. Nell’altro, cercare giustizia è un compito sisifo, reso in definitiva una farsa dai sistemi volti a proteggere lo status quo. Argentina, 1985 è una lega di queste due opposte sensibilità, e questa giustapposizione è ciò che trasforma un pezzo cruciale di storia in un film tanto ammirevole quanto risonante.

Nei momenti di apertura del film del regista Santiago Mitre, Julio César Strassera (lo stimato Ricardo Darín) è sull’orlo di un’opportunità unica e importante. Dopo anni sotto una brutale dittatura militare, l’Argentina ha di nuovo un governo democratico e il nuovo regime è pronto a processare i leader del vecchio per crimini contro l’umanità. Strassera, in qualità di procuratore unico del Paese, dovrà guidare gli sforzi per mettere dietro le sbarre alcuni degli uomini più potenti del Paese. È un compito pericoloso e difficile. Sebbene ufficialmente deposti, gli ex dittatori esercitano ancora molta influenza, sia sulle istituzioni che sulla popolazione, e lo stesso Strassera inizia il film convinto che il processo non potrà mai aver luogo. Ma quando si mette in moto, lo raggiunge il neo-procuratore aggiunto, Luis Moreno Ocampo (Peter Lanzani), che porta una prospettiva importante. Professore di una storica famiglia di militari, sa che il loro compito in questo processo non è solo quello di presentare le prove della cospirazione degli imputati, ma di convincere il popolo argentino della legittimità di questo procedimento. Devono dimostrare che il tribunale civile può e deve dire la verità al potere e che nessuno, qualunque sia la sua posizione sociale, è al di sopra della legge.

Peter Lanzani e Ricardo Darín in Argentina, 1985

Questo è ciò che rende l’approccio al genere di Argentina, 1985 così efficace per esplorare questo evento storico. Ci sono interessi narrativi per i personaggi centrali – che sono ripetutamente minacciati di violenza – e investimenti tematici per stabilire se il bene trionferà sul male, ma è chiaro fin dall’inizio che la vera posta in gioco qui è l’anima dell’Argentina. Il paese e il suo governo giovane e democratico si trovano su una strada biforcuta, i due percorsi rappresentati dalle due influenze generiche del film. Questo processo, e Strassera come volto, determinerà se la giustizia popolare è qualcosa da rispettare da chi detiene il potere, o derisa, come è stato negli ultimi anni. E anche se la storia stessa è già scolpita nella pietra, Mitre non dipinge l’esito dell’evento come predestinato, ma lo imposta in un ambiente sociale ancora attanagliato dall’incertezza su quale strada prenderà la nazione. Il risultato è un dramma avvincente che sembra davvero importante per quanto viene detto agli spettatori, il che, come sapranno coloro che hanno visto abbastanza film biografici, non è un’impresa facile.

Fondamentale anche per questo è il rispetto mostrato dai realizzatori per gli orrori della vita reale che hanno reso questo processo una necessità. In quella che è conosciuta come la Guerra Sporca, la giunta militare ha rapito, torturato, ucciso e fatto sparire migliaia di cosiddetti dissidenti senza un giusto processo, e i pubblici ministeri hanno il compito di dimostrare che queste azioni facevano parte di una campagna organizzata di terrore di stato che potrebbe non è successo senza firmare ai massimi livelli. Mentre centinaia di testimoni da tutto il paese hanno testimoniato nel vero processo, Argentina, 1985 ne seleziona alcuni da evidenziare, e le descrizioni del loro trattamento crudele sono ovviamente difficili da ascoltare. In un film minore, queste scene avrebbero potuto sembrare manipolative o di sfruttamento, ma per fortuna non c’è nessuno sforzo per riportare il pubblico agli incidenti descritti.

Ricardo Darín in Argentina, 1985

I realizzatori sembrano consapevoli che il metodo migliore per documentare storicamente un olocausto, meglio delle fotografie o dei resoconti scritti o delle ricreazioni nella finzione, è la testimonianza registrata: ascoltare la storia di una vittima con la loro stessa voce. Nelle scene dell’aula giudiziaria, la telecamera cattura semplicemente l’emozione umana mostrata nelle esibizioni degli attori, così come in quelli che sembrano essere frammenti di filmati d’archivio integrati del processo stesso. Ci sono diversi casi in cui la squadra dell’accusa, per lo più giovane, è stata improvvisamente commossa fino alle lacrime mentre preparava i documenti, senza alcuno sforzo per entrare nei dettagli di ciò che stanno leggendo. Il messaggio di Mitre è chiaro: se questo film è commovente è perché le storie umane che contiene sono commoventi.

Questo non vuol dire che il film sia privo di flash formali e gli usi del montaggio e della cinematografia sono cruciali per ambientare lo spettatore nel periodo di tempo. Né questo significa che il film è cupo. Al contrario, è disseminata di risate, la sceneggiatura è sicura (e giustamente) che la leggerezza non danneggerà in alcun modo la gravità della storia. Ma questo approccio mette molto sulle spalle dei suoi attori, che devono trovare un difficile equilibrio affinché il cocktail di toni dell’Argentina del 1985 abbia l’effetto desiderato. Forniscono su tutta la linea, in particolare Darín come volto pubblico della giustizia sobrio e riluttante e Laura Paredes essenzialmente come testimone principale del film. Per usare una delle metafore del film, interpretano persone che hanno attraversato un varco momentaneo nelle difese degli oppressori e che hanno scelto di non sprecare la loro possibilità di sferrare un vero colpo: l’Argentina, la definizione di eroe del 1985. Guardare questa drammatizzazione del loro eroismo è un vero piacere che il potenziale pubblico farebbe bene a cercare.

Argentina, 1985 è disponibile per lo streaming su Prime Video a partire dal 21 ottobre. Il film dura 140 minuti ed è classificato R per la lingua.

Ultime News

Brendan Fraser rivela sorprendenti dettagli del NSFW su una scena di Matt Damon

Brendan Fraser rivela un sorprendente dettaglio del NSFW sulla scena della doccia con Matt Damon di School Ties....

Annunciato il nuovo film di Resident Evil: Death Island

L'azienda Sony Pictures Entertainment ha annunciato la produzione di un nuovo film d'animazione in CG per il franchise...

Andy Samberg interpreterà l’uomo congelato criogenicamente in una commedia romantica davvero unica

Andy Samberg ha firmato per interpretare un uomo congelato criogenicamente nella commedia romantica di prossima uscita 42.6 Years....

L’immagine finale della stagione 16 di Criminal Minds rivela un inaspettato ritorno del personaggio

Paramount+ rilascia una nuova immagine finale di Criminal Minds: Evolution che rivela il ritorno di un personaggio inaspettato...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te