Asiatica Film Mediale

Anne Hathaway riflette sull’odio su Internet dopo la vittoria dell’Oscar Les Mis

Anne Hathaway riflette sull’odio su Internet dopo la vittoria dell’Oscar Les Mis
Erica

Di Erica

20 Ottobre 2022, 14:36


Anne Hathaway riflette sull’odio che ha ricevuto online dopo la vittoria dell’Oscar a Les Misérables quasi un decennio fa. Hathaway, la cui carriera è iniziata quando aveva solo 19 anni, è diventata una delle fidanzate americane dopo le sue apparizioni in film per giovani adulti, tra cui The Princess Diaries (il suo debutto nel lungometraggio) e il suo sequel The Princess Diaries 2: The Royal Engagement, così come nel 2004 Ella incantata. Poco dopo ha iniziato ad apparire in vivaci drammi per adulti, che alla fine l’hanno portata a essere nominata per il suo primo Oscar nel 2008 in Rachel Getting Married. Ha anche interpretato una giovane Jane Austen in Becoming Jane e ha recitato nei film nominati all’Oscar Brokeback Mountain e Il diavolo veste Prada.

La sua seconda nomination all’Oscar e la sua prima vittoria sono arrivate quando ha interpretato Fantine nel film di Tom Hooper del 2012 Les Misérables basato sull’adattamento musicale del West End del 1985 dell’omonimo romanzo di Victor Hugo del 1862. Fantine è un ruolo tragico e carnoso che interpreta l’iconico numero “I Dreamed a Dream”, e la performance impegnata di Hathaway è stata aggravata dal fatto ben pubblicizzato che tutte le esibizioni musicali del film sono state catturate dal vivo sul set piuttosto che pre-registrate in ordine per catturare la pura emozione delle canzoni. Tuttavia, dopo aver vinto la migliore attrice non protagonista all’85° Academy Awards, Hathway ha iniziato a ricevere l’odio online da parte di persone che percepivano l’attrice di Dark Knight Rises come troppo seria, troppo bisognosa di essere amata e che mostrava troppa energia da ragazzi del teatro delle scuole superiori, tra tante altre critiche.

Hathaway è apparsa di recente a un evento Women in Hollywood ospitato da Elle, che ha pubblicato una trascrizione del suo discorso sul loro sito web. Ha descritto l’evento come “un’opportunità per guardare al linguaggio dell’odio da una nuova prospettiva”, imparando che non avrebbe dovuto lasciare quel tipo di commenti nel suo cuore, poiché Internet stava amplificando le cose che già si diceva. Ha detto che spera che le persone che scrivono questo tipo di commenti ed esprimono giudizi sulle persone semplicemente per esistere “si danno la possibilità di imparare di nuovo l’amore”. Leggi la sua citazione completa di seguito:

Dieci anni fa, mi è stata data l’opportunità di guardare al linguaggio dell’odio da una nuova prospettiva. Per il contesto: questo era un linguaggio che usavo con me stesso da quando avevo 7 anni. E quando il tuo dolore autoinflitto viene improvvisamente in qualche modo amplificato contro di te, diciamo, a tutto volume di Internet … È una cosa.

[Because of this, I realized] Non avevo alcun desiderio di avere a che fare con questa linea di energia. Non creerei più arte da questo luogo. Non le terrei più spazio, ne vivrei nel timore, né parlerei la sua lingua per nessun motivo. Ad ognuno. me compreso.

C’è una differenza tra esistenza e comportamento. Puoi giudicare il comportamento. Puoi perdonare il comportamento, oppure no. Ma non hai il diritto di giudicare – e soprattutto non odiare – qualcuno per l’esistenza. E se lo fai, non sei dove si trova.

La buona notizia dell’apprendimento dell’odio è che chiunque l’abbia imparato può imparare. C’è un cervello lì. Spero che si diano la possibilità di imparare di nuovo l’amore.

Perché la gente odiava anche Anne Hathaway?!

È una sfortunata verità sull’industria che la fama arriva a cicli. Quando il pubblico diventa ossessionato dall’idea di alzare una stella nuova di zecca, arriverà più o meno inevitabilmente il momento in cui verrà percepito come un ritardo nell’accoglienza, quando le persone inizieranno a familiarizzare troppo con ciò che la star porta in tavola. Proprio mentre Hathaway veniva messo online, stavano nascendo due nuove star che presto avrebbero vissuto lo stesso ciclo: Anna Kendrick di Pitch Perfect e Jennifer Lawrence di Hunger Games.

La vittoria di Hathaway a Les Misérables è stata mal programmata, arrivando proprio nel momento in cui la sua saturazione nella cultura pop stava iniziando a raggiungere la parte discendente di quel ciclo. Sebbene il ciclo ruoti di nuovo di nuovo per trovare la star amata, è stata chiaramente un’esperienza sconvolgente per Hathaway in quel momento. Si spera che più le persone che hanno sperimentato questo tipo di odio online ne parlino con una nuova prospettiva come lei, più cambiamenti possono essere attuati a lungo termine.

Fonte: Elle


Potrebbe interessarti

Rise Of Skywalker Theory: la vecchia donna alla fine è la “moglie” di Luke
Rise Of Skywalker Theory: la vecchia donna alla fine è la “moglie” di Luke

La scena conclusiva di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker mostrava una vecchia donna che è stata teorizzata come la moglie segreta di Luke Skywalker. L’episodio IX ha segnato la fine della trilogia sequel di Star Wars. Dopo una battaglia culminante contro l’imperatore Palpatine che ha portato alla morte di Ben Skywalker/Kylo Ren, Rey ha abbracciato […]

LOTR: Rings of Power Star vuole interpretare il cattivo di Batman Mr. Freeze
LOTR: Rings of Power Star vuole interpretare il cattivo di Batman Mr. Freeze

Quanto segue contiene spoiler per Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere La star de Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere Charlie Vickers vuole interpretare Mr. Freeze in un film di Batman. Vickers quest’anno ha conquistato il cuore dei fan di Rings of Power nei panni dell’improbabile alleato del guerriero elfo Galadriel, […]