Asiatica Film Mediale

Andor sta infrangendo una tendenza CGI di Star Wars Show – e questo è un sollievo

Andor sta infrangendo una tendenza CGI di Star Wars Show – e questo è un sollievo
Debora

Di Debora

03 Agosto 2022, 19:01


A differenza di altri spettacoli di Star Wars, Andor si concentrerà sull’utilizzo di set e luoghi fisici piuttosto che su CGI. Ambientato cinque anni prima di Star Wars: Una nuova speranza, Andor presenterà un cast di personaggi durante i primi giorni della Ribellione. Cassian Andor, che è stato introdotto in Rogue One: A Star Wars Story, sarà uno di questi personaggi principali, dopo il suo passaggio da ladro a spia ribelle. Basato sul suo primo trailer, Andor ha già un aspetto migliore di alcuni precedenti spettacoli di Star Wars, come Il libro di Boba Fett e Obi-Wan Kenobi. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che Andor non ha utilizzato una nuova tecnologia CGI: The Volume.

Ufficialmente chiamato StageCraft, The Volume è una nuova invenzione che è stata ispirata dall’uso di schermi LED durante le scene di battaglia spaziale di Rogue One. Ciò ha portato la divisione Industrial Light & Magic (ILM) di Lucasfilm a sviluppare un nuovo tipo di set, che circonda un’area fisica con pannelli LED curvi alti 20 piedi. Questo set si chiama Il volume e crea sfondi più realistici che regolano naturalmente la prospettiva e l’illuminazione quando la telecamera si muove. The Mandalorian ha rivoluzionato questa tecnologia e da allora ogni spettacolo di Star Wars ha utilizzato The Volume. Tuttavia, questa potrebbe non essere una buona cosa dato che sia The Book of Boba Fett che Obi-Wan Kenobi hanno ricevuto critiche per essere sembrati irrealistici o addirittura economici.

Al contrario, lo showrunner Tony Gilroy ha rivelato in un’intervista che Andor non ha usato affatto The Volume. Invece, Andor è stato girato principalmente su set reali ed elaborati o in location in tutto il mondo. Ciò ha interrotto la tendenza di Disney+ di utilizzare sempre il volume per gli spettacoli di Star Wars, il che potrebbe essere positivo considerando la maggiore qualità del primo trailer di Andor. Girando in luoghi fisici, piuttosto che fare affidamento sulla tecnologia CGI, Andor è stato in grado di evitare alcuni problemi comuni con The Volume e presenta impostazioni più realistiche e coinvolgenti.

Star Wars mostra dopo che The Mandalorian ha abusato del volume

Durante le riprese della prima stagione di The Mandalorian, The Volume è stata una nuova invenzione che ha abbassato i costi, diminuito le restrizioni e rappresentato ambientazioni sbalorditive. Sfortunatamente, sia The Book of Boba Fett che Obi-Wan Kenobi non sono stati all’altezza degli standard di The Mandalorian, creando sfondi che hanno lasciato gli spettatori delusi. Sebbene The Volume segni un importante passo avanti nella tecnologia CGI, presenta alcuni problemi intrinseci che i registi stanno ancora cercando di superare. Primo, un articolo [via Daily Dot] osserva che The Volume riduce l’area di recitazione su un set. Simile ai set con fondali dipinti, The Volume divide un palcoscenico sonoro in due parti. Una sezione è fisica, con oggetti di scena reali e scenografie in cui l’attore può esibirsi. La seconda sezione è l’immagine di sfondo mostrata dal muro di pannelli LED. Questo limita i movimenti degli attori, incoraggiando un tipo di scena in cui gli attori non interagiscono con l’intera ambientazione. Ad esempio, Obi-Wan Kenobi presentava una scena in Daiyu in cui Obi-Wan attraversava una strada trafficata, ma evidentemente non interagiva con nulla nel paesaggio urbano dietro di lui.

In secondo luogo, The Volume può creare problemi di illuminazione per gli attori in primo piano. Sebbene i pannelli LED emettano un po’ di luce, spesso non sono abbastanza luminosi a seconda dell’impostazione. Questo fa sembrare gli attori muti o piatti sullo schermo in seguito. Ad esempio, il duello finale tra Obi-Wan e Darth Vader nel finale di Obi-Wan Kenobi si è svolto di notte su un terreno arido e roccioso. Per questo motivo, gran parte della scena era di un colore grigio indistinto a meno che l’ex maestro e apprendista non avessero acceso le loro spade laser. Sebbene questo simbolismo del colore si adatti bene ai temi di Obi-Wan Kenobi, rendeva anche difficile vedere gli attori. Utilizzando set reali o filmando sul posto, Andor sarà in grado di evitare i comuni problemi di ambientazione e illuminazione di The Volume.

Andor sembra già migliore del libro di Boba Fett e Obi-Wan Kenobi

Con l’uscita del primo trailer di Andor, sembra già che il prossimo spettacolo di Star Wars avrà un aspetto migliore di The Book of Boba Fett e Obi-Wan Kenobi per il prodotto finale. Mentre elementi come le astronavi verranno aggiunti con la CGI per necessità, i paesaggi e le riprese degli interni di Andor erano luoghi reali o set costruiti. Molti dei set avevano anche pezzi meccanici e funzioni che gli attori potevano effettivamente utilizzare. In questo modo, le impostazioni di Andor dovrebbero essere più coinvolgenti sia per gli attori che per gli spettatori. Per gli attori, sono stati in grado di vedere il mondo di Star Wars intorno a loro, piuttosto che immaginarlo, e interagire con l’ambiente circostante. Per gli spettatori, ogni ripresa dovrebbe apparire reale e radicata, consentendo loro di vivere appieno il mondo grintoso di Andor. Sebbene The Volume sia una nuova tecnologia impressionante, il realismo e le dimensioni del trailer di Andor hanno già mostrato che gli spettacoli di Star Wars sono meglio non fare affidamento completamente sulla CGI.

Date di rilascio chiave

  • Rogue Squadron (2023) Data di uscita: 22 dicembre 2023


Potrebbe interessarti

Joseph Quinn di Stranger Things è la torcia umana nella fan art di Fantastic 4
Joseph Quinn di Stranger Things è la torcia umana nella fan art di Fantastic 4

La fan art del nuovo Marvel Cinematic Universe immagina la star di Stranger Things Joseph Quinn nei panni di Johnny Storm dei Fantastici Quattro, alias la Torcia Umana. Una delle più grandi star del 2022, Quinn ha sbalordito il pubblico nei panni dell’adorabile Eddie Munson nella tanto attesa stagione 4 di Stranger Things di questa […]

AEW fornisce un enorme aggiornamento sul prossimo videogioco Fight Forever
AEW fornisce un enorme aggiornamento sul prossimo videogioco Fight Forever

Nel tentativo di ampliare l’impronta mediatica di AEW, la società ha deciso di fare un’incursione nel mondo spesso spietato dei videogiochi. Kenny Omega ha lavorato a stretto contatto con il team di YUKE, poiché è noto da tempo per il suo amore per l’intrattenimento digitale. Molti dei suoi migliori ingressi di tutti i tempi erano […]