Asiatica Film Mediale

4 cambiamenti che avrebbero reso Thor: Love & Thunder perfetto

4 cambiamenti che avrebbero reso Thor: Love & Thunder perfetto
Erica

Di Erica

16 Luglio 2022, 13:50


Thor: Love and Thunder fa un ottimo lavoro adattando l’arco narrativo di Mighty Thor della Marvel Comics per portare avanti la storia di Thor Odinson, ma ci sono quattro modifiche che avrebbero reso il film già fantastico assolutamente perfetto. Mentre molti dei momenti più epici e avvincenti della Fase 4 del MCU possono essere trovati nel finale di Thor: Love and Thunder, e la quarta uscita da solista di God of Thunder esegue in realtà una serie di cose abbastanza bene, non c’è dubbio che il film avrebbe potuto essere anche meglio.

Tra i suoi successi, il film introduce con successo una serie di personaggi originali e affermati nell’MCU, tra cui Gorr the God Butcher, probabilmente il miglior cattivo mai apparso nella Fase 4. Thor: Love and Thunder contiene anche un raro esempio dell’MCU in modo significativo migliorare un concetto di fumetto trasformando l’esclusivo trucco Mjolnir di Mighty Thor dai fumetti, dove può cambiare la direzione del martello a metà volo, in un devastante attacco di schegge.

Thor: Love and Thunder è una bella voce nella Fase 4 dell’MCU, ma questo non significa che non avrebbe potuto usare qualche miglioramento. Il compito di adattare i fumetti nei lungometraggi non è mai facile e non ci si aspetta che i Marvel Studios rendano tutto perfetto. Con questo in mente, ecco quattro semplici modifiche che avrebbero migliorato significativamente Thor: Love and Thunder.

Il motivo per cui Mjolnir ha scelto Jane Foster

Una sequenza di flashback in Thor: Love and Thunder rivela che il Dio del Tuono ha inavvertitamente incantato Mjolnir per proteggere Jane, e il film sarebbe stato molto meglio senza questa scena. Il fatto che l’incantesimo di Thor sia essenzialmente il motivo per cui Mjolnir ha scelto Jane mina la sua dignità di brandire Mjolnir. Implica che sia stato Thor a indurre Mjolnir a scegliere Jane come suo prossimo campione in primo luogo.

Il film chiarisce che né Jane né Mjolnir avevano bisogno dell’intervento di Thor per potersi ritrovare. In effetti, se il flashback fosse stato tagliato dal film, la trama principale avrebbe comunque un senso, poiché Jane in seguito dimostra con le sue stesse azioni di essere davvero degna di Mjolnir. Inoltre, Mjolnir non segue davvero le istruzioni di Thor, poiché non solo peggiora il cancro di Jane, ma in realtà vola da Jane quando è necessario il potente Thor, mettendola attivamente in pericolo. Questo è importante perché Mjolnir che ha una personalità non è solo un simpatico easter egg di Thor: Love and Thunder, ma un riflesso dei doveri e delle responsabilità che derivano dal potere di Thor.

Nei fumetti, Mighty Thor non è un prodotto di Thor che vuole proteggere Jane, ma piuttosto la risposta di Mjolnir al fatto che Thor sia diventato inadatto per il titolo. Dopo che Nick Fury sussurra qualcosa a Thor che lo fa diventare indegno di Mjolnir, chiama Jane e, con l’aiuto di Heimdall, Jane trova Mjolnir sulla luna per diventare Mighty Thor. Durante l’intero arco narrativo, Jane è per lo più indicata semplicemente come Thor, mentre Thor stesso è chiamato Odinson, indicativo di quanto Jane Foster sia arrivata a diventare l’unico vero Thor. Dopo la sua morte nella versione a fumetti, Jane va al Valhalla della Marvel e viene rianimata da Thor e Odino. Alla fine, convince Thor a reclamare il suo titolo e continuare a combattere nella Guerra dei Regni per suo conto. Questi dettagli mantenuti per Thor: Love and Thunder avrebbero reso il film perfetto.

Indizi reali sulla trama/cattivo principale di MCU Phase 4

Thor: Love and Thunder è il sesto film della Fase 4 del MCU e sarebbe stato perfetto per stabilire indizi concreti sulla sua trama principale o su chi saranno i principali antagonisti. A questo punto, sembra che la Marvel non abbia ancora un sostituto per Thanos e stia ancora lottando per capire la direzione generale della Fase 4. Poiché ci sono più che sufficienti cameo in Thor: Love and Thunder per il film per stabilire connessioni con altri film e serie MCU Phase 4, l’aggiunta di indizi concreti sulla trama generale o sul cattivo principale avrebbe reso Thor 4 una voce più rilevante nell’attuale saga.

Scene di flashback con Heimdall e Axl Heimdallson

Sebbene Heimdall sia morto e sia nel Valhalla per la maggior parte di Thor: Love and Thunder, potrebbero esserci stati dei flashback che mostravano Heimdall e suo figlio insieme, il che avrebbe dato più gravità al debutto nel MCU di Axl Heimdallson. Ciò avrebbe anche contribuito a correggere il fatto che Heimdall, nonostante fosse popolare, è stato estremamente sottoutilizzato nell’MCU. Axl è una fantastica nuova aggiunta al roster della Marvel – e potrebbe potenzialmente diventare un Young Avenger – ma il suo debutto epico è anche un ricordo agrodolce di come suo padre Heimdall abbia avuto uno sviluppo del personaggio molto limitato. Se l’aspetto di Heimdall non fosse limitato alla scena post-crediti di Thor: Love and Thunder, e il film mostrasse effettivamente lui e Axl come padre e figlio, allora entrambi gli Asgardiani avrebbero basi più solide per le loro future apparizioni nel MCU.

Un cameo di Loki nel Valhalla durante la scena post-crediti di Thor 4

Thor: Love and Thunder avrebbe dovuto dare a Loki almeno un cameo in Valhalla insieme a Heimdall e Jane. Questo non sarebbe solo un servizio per i fan, poiché è logico che, poiché Loki è morto in battaglia cercando di opporsi a Thanos in Avengers: Infinity War, sarebbe andato direttamente nel Valhalla. Questa avrebbe potuto anche essere l’occasione perfetta per recuperare il ritardo con il Loki originale e ricordare al pubblico che il protagonista della serie Disney+ Loki è solo una delle innumerevoli varianti del Dio del male.

Mettere Loki in Thor: Love and Thunder sarebbe stato un ordine più alto rispetto a qualsiasi altro cambiamento proposto. Sebbene gli spettatori possano solo ipotizzare perché Loki non sia in Thor: Love and Thunder, anche solo un cameo in Valhalla avrebbe forti implicazioni. Senza dubbio creerebbe aspettative sulle future apparizioni di Loki nel MCU originale, che la Marvel potrebbe non essere in grado di offrire. Detto questo, anche se l’MCU ha attualmente un surplus di varianti di Loki in giro, il pubblico voleva comunque vedere Loki in Thor: Love and Thunder, e sarebbe stato perfetto per Prime Universe Loki apparire in Valhalla.

Vuoi altri articoli su Thor: Love & Thunder? Dai un’occhiata ai nostri contenuti essenziali qui sotto…

  • Tutti quelli che muoiono in Thor: Love & Thunder
  • È [SPOILER] Davvero morto alla fine di Love & Thunder?
  • Thor: Spiegazione dei colpi di scena di Love & Thunder
  • Thor: Guida alla colonna sonora di Love & Thunder – Spiegazione di ogni canzone
  • Tutto ciò che sappiamo su Thor 5: storia, ambientazione e cast
  • Storia e cambiamenti di Love & Thunder’s Shadow Realm Comics spiegati
  • Aspetta – Quel Galactus è in Thor: Love & Thunder?!
  • Perché i Guardiani sono a malapena in Thor: Love & Thunder

Date di rilascio chiave

  • Black Panther: Wakanda Forever/Black Panther 2 (2022)Data di uscita: 11 novembre 2022
  • Ant-Man and the Wasp: Quantumania (2023)Data di uscita: 17 febbraio 2023
  • Guardiani della Galassia Vol. 3 (2023) Data di uscita: 05 maggio 2023
  • The Marvels/Captain Marvel 2 (2023)Data di uscita: 28 luglio 2023


Potrebbe interessarti

Il dottor Strange ha rivelato come avrebbe sconfitto Scarlet Witch 6 anni fa
Il dottor Strange ha rivelato come avrebbe sconfitto Scarlet Witch 6 anni fa

Attenzione: contiene SPOILER per Doctor Strange nel multiverso della follia. Un dettaglio di Doctor Strange ha mostrato come sia stato in grado di sconfiggere Scarlet Witch 6 anni dopo in Doctor Strange nel Multiverse of Madness. Il ritorno di Sam Raimi al cinema di supereroi in Doctor Strange in the Multiverse of Madness ha visto […]

Evil Dead Rise deve imparare da Ghostbusters: Afterlife’s Errori
Evil Dead Rise deve imparare da Ghostbusters: Afterlife’s Errori

Evil Dead Rise ha molto da imparare dagli errori commessi da Ghostbusters: Afterlife. Dopo il requel di Ghostbusters del 2016, estremamente divisivo, Sony ha cercato di placare i fan a disagio di Ghostbusters con un sequel più tradizionale. Ghostbusters: Afterlife agisce come un riavvio in quanto segue personaggi completamente nuovi in ​​un’ambientazione completamente nuova. Allo […]